Siena e dintorni

Cosa vedere a Siena e dintorni on the road: borghi e natura

Condividi:

La Toscana è una terra meravigliosa, piena di città d’arte e borghi impareggiabili; oltre alle imperdibili e classiche Firenze e Pisa c’è molto di più. Da ogni parte del mondo i turisti vengono a visitare la Toscana per ammirarne i capolavori artistici patrimonio Unesco e le sue dolci colline verdi, lasciandoci il cuore. È successo anche a me e ti voglio raccontare la parte della Toscana che mi ha colpito di più attraverso un itinerario che ho percorso on the road: Siena e la Val d’Orcia.
Ora che è primavera è il periodo perfetto per intraprenderlo; si passa dalle fioriture dei giardini di aprile-maggio ai campi dorati che abbracciano i cipressi verdi a giugno, come nel mio viaggio. In questo primo articolo ti racconto Siena e dintorni. Sei pronto? Sai cosa vedere a Siena? Te lo spiego io: partiamo!

Siena e dintorni

Itinerario:

  • San Gimignano
  • Monteriggioni
  • Siena
  • Le Crete Senesi on the road
  • San Quirico d’Orcia
  • Bagno Vignoni
  • Pienza
  • Montepulciano

Continua a leggere “Cosa vedere a Siena e dintorni on the road: borghi e natura”

Condividi:
Cinque Terre foto

Cosa vedere alle Cinque Terre: 15 foto da scattare e postare su Instagram

Condividi:

Abbiamo tanti luoghi meravigliosi da vedere in Italia, ma alcuni sono davvero speciali. Posti che fanno sognare: prima sogni di visitarli e poi sogni di tornarci; quando ci sei sembra di essere in un film, ti fanno sognare ad occhi aperti! Sto parlando della Costiera Amalfitana, le colline della Val d’Orcia in Toscana, il Lago di Como, i borghi della Val d’Itria in Puglia o le Isole Borromee del Lago Maggiore. Tra questi posti più belli d’Italia non possono mancare le Cinque Terre, minuscoli borghi arrampicati sul mare della Liguria. Moltissimi turisti le visitano ogni anno rimanendo abbagliati dalla bellezza (un po’ rovinata quando la moltitudine è esagerata); del resto sono da vedere almeno una volta nella vita!
Tra le case colorate, rocce e le improvvise spiaggette che si aprono ci sono tante foto da scattare alle Cinque Terre; non ci sono capolavori d’arte: è tutta architettura semplice e spontanea che si sposa perfettamente con la natura in un fantastico equilibrio secolare che gli ha garantito il titolo di Patrimonio Unesco. Ti porto alla scoperta dei loro angoli più belli, quelli dove fare foto meravigliose. Dopo Milano, Genova, Firenze, Verona e Venezia, ti racconto cosa vedere alle Cinque Terre e soprattutto le 15 cose da fotografare alle Cinque Terre e poi condividere sui social come Instagram.

Cinque Terre foto

Continua a leggere “Cosa vedere alle Cinque Terre: 15 foto da scattare e postare su Instagram”

Condividi:
Cosa vedere in Valle d'Itria in primavera

Cosa vedere in Valle d’Itria in primavera tra Locorotondo e Alberobello

Condividi:

Qual è la regione più bella d’Italia? Molti dicono la Toscana, ma ce ne sono tante; io ad esempio adoro visitare il Veneto con le sue città sontuose o scoprire le meraviglie della Sicilia. Un’altra regione italiana assolutamente da vedere in tutti i suoi angoli è la Puglia, il famoso tacco d’Italia; qui più che le città a meravigliare sono i tantissimi paesi e borghi, uno più bello dell’altro, tutti accomunati dall’eleganza della semplicità, dall’equilibrio tra terra e abitazioni e dal candore inconfondibile.
Tutto ciò è sintetizzato perfettamente dalla Valle d’Itria, la terra dei trulli, che ho avuto finalmente il piacere di visitare nel mio viaggio a Bari dell’anno scorso. Qui ho capito dove Domenico Modugno ha trovato l’ispirazione per Meraviglioso: ma come non ti accorgi di quanto il mondo sia meraviglioso!
Ti racconto i miei due giorni e cosa vedere in Valle d’Itria in primavera.

  1. La valle d’Itria
  2. Storia della Valle d’Itria
  3. I paesaggi della Valle d’Itria in primavera
  4. Locorotondo
  5. Ostuni
  6. Martina Franca
  7. Alberobello
  8. Conclusioni

 

Continua a leggere “Cosa vedere in Valle d’Itria in primavera tra Locorotondo e Alberobello”

Condividi:
Cosa vedere a Ravenna mosaici

Cosa vedere a Ravenna, città dei mosaici in Emilia Romagna

Condividi:

Ci sono tantissimi luoghi da visitare in Italia; paesaggi naturali, borghi e resti archeologici. Solo considerando i centri urbani, sono numerosissime le città da visitare in Italia: anche le regioni meno considerate hanno gemme da scoprire. Prendiamo ad esempio l’Emilia Romagna: non è una delle destinazioni più famose, però ogni città ha la sua bellezza. Ma cosa vedere in Emilia Romagna?
Io ti consiglio di visitare Ravenna, una delle
città più belle del Nord Italia, ma allo stesso tempo delle più sottovalutate anche se è Patrimonio Unesco; purtroppo tra i turisti italiani e stranieri la si sente nominare poco… Ma per chi ama la storia e l’arte come è sicuramente uno dei posti più belli in Italia. Ti spiego perché e cosa vedere a Ravenna, la città dei mosaici in Emilia Romagna.

  1. Storia di Ravenna
  2. Come arrivare
  3. I monumenti paleocristiani di Ravenna
  4. Classe
  5. Il resto da visitare a Ravenna
  6. Le vacanze di Natale a Ravenna
  7. Conclusioni

cosa vedere a Ravenna

Continua a leggere “Cosa vedere a Ravenna, città dei mosaici in Emilia Romagna”

Condividi:
visitare bari

Visitare Bari in due giorni (senza spendere neanche un euro)

Condividi:

Un meraviglioso labirinto di pietra bianca in cui è bello perdersi: si susseguono ininterrottamente vicoli, arcate, porte, strade strette che sembrano senza uscita; poi pittoreschi balconi e vecchi motorini parcheggiati nelle vie, dove talvolta si apre lo scorcio dritto verso il campanile della cattedrale. Su tutto domina la favolosa pietra bianca che si intona perfettamente con lo stile romanico che spicca. Una piccola piazza o una chiesa appare improvvisa ogni tanto, mentre il mare azzurro attorno contrasta col candore.
È come ti raccontano o appare in qualche film: qui tutti fanno e vendono le orecchiette. Una città operosa e popolare, bellissima e soprattutto brulicante di vita. Avrai capito che sto parlando di Bari, dove tanti bambini giocano ancora a calcio nelle strade; molti si chiamano Antonio (con la “o” chiusissima come tornio) come Cassano: non avrà una basilica, ma è idolatrato quanto San Nicola. Divisa tra Bari Vecchia e l’espansione contemporanea, è una città veramente molto affascinante da scoprire e da fotografare. Poi è pure molto economico visitare Bari. Perché perdersela?

  1. Introduzione
  2. Il borgo murattiano
  3. Lungomare di Crollalanza
  4. Il Porto Vecchio
  5. Bari Vecchia
  6. Dove e cosa mangiare
  7. Bari di sera
  8. Conclusioni

Visitare Bari


Globol.com
 

Continua a leggere “Visitare Bari in due giorni (senza spendere neanche un euro)”

Condividi: