I giardini di Villa Taranto sono da visitare facendo un giro del Lago Maggiore

Giro del Lago Maggiore tra Angera, Villa Taranto e Arona

Condividi:

Se la Pianura Padana ha tante bellezze, ma le manca il mare, certamente i grandi laghi possono essere una grande attrattiva. Con le montagne vicine a proteggerli, sulle loro sponde nei secoli sono stati creati affascinanti borghi, splendide città e meravigliose ville con giardino. Lasciando in pace per una volta il mio amato Lago di Como, sono andato alla scoperta delle principali meraviglie incastonate sul Lago Maggiore, tra Lombardia e Piemonte; le Isole Borromee e Stresa sono certamente le perle del Lago, una delle destinazioni più affascinanti d’Italia – come ho avuto modo di scoprire l’anno scorso – ma ci sono tanti altri posti fantastici che meritano di essere visitati. Ti racconto il bellissimo tour che ho fatto: ecco il mio giro del Lago Maggiore!

  1. Introduzione
  2. Rocca di Angera
  3. Eremo di Santa Caterina del Sasso
  4. Laveno
  5. Villa Taranto
  6. Pallanza
  7. Giardino botanico Alpinia
  8. Arona

Giro del Lago Maggiore

Continua a leggere “Giro del Lago Maggiore tra Angera, Villa Taranto e Arona”

Condividi:
Il Ponte Coperto di Pavia è il simbolo della città e una delle cose da vedere a Pavia in un giorno

Cosa vedere a Pavia in un giorno (o forse due)

Condividi:

Nel mio peregrinare alla scoperta di nuove città un pochino sottovalutate da vivere e visitare, mi sto concentrando sulle bellezze della Lombardia. Dopo Brescia e Cremona, ho scovato un’altra deliziosa città fuori dalle principali rotte turistiche, ma che certamente merita ed è perfetta per trascorrere il fine settimana. Sono stato a Pavia: seguimi per capire cosa vedere a Pavia in un giorno (o forse due, con ritmi più tranquilli).

 

  1. Un po’ di storia
  2. Informazioni preliminari
  3. La mattina
  4. Il pomeriggio
  5. La Certosa di Pavia

Cosa vedere a Pavia

Continua a leggere “Cosa vedere a Pavia in un giorno (o forse due)”

Condividi:
Percorrere la Greenway del Lago di Como è uno dei modi più belli per conoscerlo

La Greenway del lago di Como: una camminata tra le meraviglie del lago più bello del mondo

Condividi:

Il Lago di Como è fantastico ed ho avuto modo di parlarne molte volte: città ricche di storia, borghi addormentati, ville magnifiche con giardini incantati. Lo si può scoprire in mille modi differenti, alcuni dei quali sorprendenti. Recentemente sono andato alla scoperta di uno dei suoi tratti più belli con un percorso che mi ha letteralmente estasiato: in pochi chilometri si possono trovare tutte le caratteristiche meravigliose e i colori unici del Lago di Como. Credo che sia il modo migliore per fare la prima conoscenza con il Lario e lasciarsi folgorare dalla sua bellezza.
Ti racconto quella fantastica giornata: vieni con me a percorrere la Greenway del Lago di Como!

 

  1. Come raggiungere la Greenway del Lago di Como
  2. Colonno e Sala Comacina
  3. Ossuccio e Campo
  4. Lenno e Mezzagra
  5. Tremezzo
  6. Conclusioni

Lago di como cosa fare

1. Come raggiungere la Greenway del Lago di Como

La Greenway è il miglior modo per conoscere le meraviglie del Lago di Como
Le indicazioni presenti lungo la Greenway del Lago di Como: è impossibile sbagliare strada!

La Greenway del Lago di Como comincia a Colonno e termina a Griante, sul lato occidentale del Lario vicino alla Svizzera. Ci si può arrivare in due modi: o sfruttando la navigazione del Lago oppure con la classica auto, risalendo da Como lungo la via Statale Regina. La strada però è stretta e trafficata, soprattutto in mattinata, per cui le code possono essere dietro l’angolo. Così è stato anche per me, per colpa di un muro crollato sulla strada ad Argegno. Quindi anche l’alternativa dell’autobus che parte da Como non aiuta.
Parcheggiare invece non è un problema: lungo il pendio sopra Colonno ci sono diversi punti per parcheggiare gratis. Attenzione però a non posteggiare fuori dagli spazi perché può arrivare una multa! In alternativa si può risalire con l’auto ancora più a nord: difatti come spiega bene il suo sitola Greenway si può prendere e terminare in qualsiasi punto del percorso.

Continua a leggere “La Greenway del lago di Como: una camminata tra le meraviglie del lago più bello del mondo”

Condividi:
Cosa fotografare a Milano? Punto di partenza obbligatorio è il Duomo e la sua piazza sempre piena di gente

Cosa fotografare a Milano: 15 luoghi da vedere e postare su Instagram

Condividi:

Milano è una città sfuggente, super vivace e all’avanguardia. Allo stesso modo è sempre di fretta, per cui non ha il tempo di guardarsi allo specchio o raccontarsi e per questo non è così semplice scoprirla. Duomo a parte, ci vorrebbe un mese per riuscire ad estorcere qualche segreto ai milanesi, ma alcuni di loro probabilmente nemmeno conoscono bene la loro città. Quindi ci penso io a raccontarti cosa visitare a Milano e soprattutto le 15 cose da fotografare a Milano e poi condividere, magari su Instagram.

Fotografare a Milano

Continua a leggere “Cosa fotografare a Milano: 15 luoghi da vedere e postare su Instagram”

Condividi:
Il miglior modo di scoprire le valli bergamasche in Lombardia è andare in bici

Scoprire le valli Bergamasche in bicicletta

Condividi:

Io amo visitare i posti camminando, su e giù, instancabilmente, ma a volte è bello cambiare e vedere il mondo da altre prospettive. Il mezzo che consente al meglio di immergersi nei luoghi è senza dubbio la bicicletta, soprattutto se si vuole vivere la campagna coprendo discrete distanze, ma essere sempre pronto a fermarsi per una foto, per visitare qualcosa o semplicemente per una pausa o contemplare la bellezza.
Ho avuto la fortuna di partecipare al tour #InBici #InLombardia per scoprire le valli bergamasche in bicicletta e ti racconto la mia esperienza: ecco la mia gita in Val Seriana e Val Brembana.

  1. Clusone
  2. Val Seriana
  3. Val Brembana

Visitare la Val Seriana

Continua a leggere “Scoprire le valli Bergamasche in bicicletta”

Condividi: