Borghi più colorati d'Italia

I 20 borghi più colorati d’Italia da vedere e fotografare

Condividi:

Io amo i colori. Infatti la mia galleria di Instagram è piena di foto coloratissime; non è un caso che la foto che avevo scattato in bianco e nero è l’unica che ho cancellato. Quindi amo anche i luoghi colorati: appena ne scopro o me ne consigliano uno, non vedo l’ora di vederlo. E di fotografarlo! In questi anni ne ho visitati molti, mentre tanti altri sono nella lista dei posti che vorrei vedere. Perciò mi ritengo abbastanza esperto per stilare la classifica dei 20 borghi più colorati d’Italia, ovvero quelli più famosi e visitati. Si parte dalle Cinque Terre e da Burano – che sono sinonimo di colori – ma si viaggia in lungo ed in largo per la Penisola. Specialmente sulle coste (lacustri o marittime): spesso infatti erano borghi di pescatori ed i colori servivano per far avvistare il paese nei giorni di nebbia. Ma non solo, leggi qui!

borghi più colorati d’Italia

Continua a leggere “I 20 borghi più colorati d’Italia da vedere e fotografare”

Condividi:
Cosa vedere a Gangi

Cosa vedere a Gangi, uno dei Borghi più belli d’Italia in Sicilia

Condividi:

L’interno della Sicilia ha gemme da scoprire con pazienza. Ad esempio sulle Madonie, a quota 1.000 metri sul livello del mare, si trova uno dei borghi più belli d’Italia che ha vinto il titolo di “Borgo dei Borghi” nel 2014. Precisamente sorge sul Monte Marone ed è ritenuto il “gioiello delle Madonie”: sto parlando di Gangi, una delle cose da vedere in Sicilia vicino a Palermo. È un borgo che sorprende: non ti aspetteresti di trovare 18 chiese e palazzi signorili, oltre a scorci fantastici e la natura del Parco delle Madonie che abbraccia il borgo. Recentemente Gangi è diventato famoso per le case vendute a 1€ (da restaurare però), iniziativa che l’ha fatto conoscere in tutto il mondo. Ma la bellezza di Gangi attrae già tanti turisti: è uno dei borghi più belli della Sicilia! Leggere per credere… Ti racconto cosa vedere a Gangi sulle Madonie.

  1. Come raggiungere Gangi
  2. Come organizzarsi
  3. Cosa vedere a Gangi
  4. Gli artigiani di Gangi
  5. Cena alla Trattoria Sant’Anna
  6. Cosa vedere e fare nei dintorni di Gangi
  7. Conclusioni

cosa vedere a Gangi

Continua a leggere “Cosa vedere a Gangi, uno dei Borghi più belli d’Italia in Sicilia”

Condividi:
Val di Noto cosa vedere

Val di Noto, cosa vedere a Ragusa, Modica e Scicli

Condividi:

A volte un disastro terrificante è l’inizio di una rinascita eccezionale, che rende tutto ancora più bello. È stato così per la zona del Val di Noto in Sicilia, devastata da un terremoto, ma risorta in un meraviglioso stile barocco che da allora incanta i turisti di ogni parte del mondo. Perché ha creato città meravigliose, dove ammiri bellezza ad ogni angolo ed un magnifico senso omogeneo; ma cosa vedere in Val di Noto in Sicilia? In questo articolo parlo di cosa vedere a Ragusa, Modica e Scicli, tra maestose chiese barocche, palazzi sontuosi e vie pittoresche e piene di vita. Perciò capisci perché questi sono perfetti set cinematografici per serie e film famosi come Il Commissario Montalbano e le location di Malena di Giuseppe Tornatore. Sono tre città da visitare assolutamente una volta nella vita e valgono un indimenticabile viaggio in Sicilia tra arte, storia, tradizioni e ottimo cibo.

  1. Storia
  2. Come organizzarsi e dove dormire
  3. Ragusa
  4. Modica
  5. Scicli
  6. Conclusioni

Continua a leggere “Val di Noto, cosa vedere a Ragusa, Modica e Scicli”

Condividi:
Escursione sull'Etna in primavera

Escursione sull’Etna in primavera: la mia esperienza

Condividi:

La Sicilia è una regione piena di meraviglie, dai templi greci alle chiese barocche, dal mare da sogno ai paesini nascosti tra i rilievi dell’interno. Io dico che è la regione d’Italia con maggiore varietà di bellezze: storico-artistiche, paesaggistiche, culinarie, folklore… Insomma non manca nulla! Ma cosa fare assolutamente in Sicilia almeno una volta nella vita? L’escursione sull’Etna, il vulcano simbolo dell’isola che svetta su tutta la parte orientale. Io ci sono stato nel mio ultimo tour in Sicilia: essendo aprile abbiamo trovato la neve sulla vetta del vulcano (con relative problematiche). Ma l’escursione sull’Etna in primavera è un’esperienza indimenticabile! La neve regala paesaggi straordinari, che emozionano e fanno tremare le gambe… Ma forse quello era colpa del gelo! Comunque ti racconto tutto qui.

  1. Caratteristiche dell’Etna
  2. La grande influenza dell’Etna
  3. Informazioni per un’escursione sull’Etna
  4. La mia escursione sull’Etna
  5. Giudizio sull’escursione sull’Etna

Continua a leggere “Escursione sull’Etna in primavera: la mia esperienza”

Condividi:
Tour Sicilia 7 giorni

Tour della Sicilia di 7 giorni tra siti Unesco e arte

Condividi:

Qual è la regione più bella d’Italia da visitare? Domanda ardua da rispondere. Qualcuno potrebbe dire la Toscana, ma ci sono regioni più varie per bellezze, architetture e stili. Una di queste è certamente la Sicilia, un mix di culture unico nel Mediterraneo. Qui popoli e razze si sono incontrate e scontrate nei secoli lasciando tutte una traccia visibile. Fin dall’inizio, quando Fenici e Greci si divisero la sfera d’influenza della Sicilia; da allora l’ovest ha mantenuto una spiccata tradizione cartaginese/arabo-normanna, mentre nella costa est spiccano la Magna Grecia e lo stile barocco siciliano. A ciò vanno aggiunti i vivaci colori, varietà di fauna e paesaggi, il mare azzurro cristallino, borghi ricchi di fascino e la deliziosa cucina siciliana. Chi non ama i cannoli? Insomma fare un viaggio in Sicilia è un turbinio di emozioni e bellezze: anche se non è la prima volta lascia un segno profondo. Ho fatto un meraviglioso tour in Sicilia di 7 giorni cercando di racchiudere tutto il meglio. Te lo racconto.

  1. 1° Giorno: l’Etna
  2. 2° Giorno: Taormina, Milazzo, Cefalù
  3. 3° Giorno: Monreale e Palermo
  4. 4° Giorno: la Valle dei Templi
  5. 5°Giorno: Favara e Donnafugata
  6. 6° Giorno: Noto e Siracusa
  7. 7° Giorno: Catania

Tour Sicilia 7 giorni

Continua a leggere “Tour della Sicilia di 7 giorni tra siti Unesco e arte”

Condividi: