King’s Day: la Festa del Re che colora Amsterdam e l’Olanda

Condividi:

Alcuni viaggi rimangono indimenticabili. Spesso sono quelli in cui vivi qualcosa di unico, quel turismo esperienziale da ricordare per sempre nella vita. Soprattutto se la tua vacanza coincide con le feste tradizionali, che riassumono l’orgoglio e lo spirito di un popolo come ho potuto osservare con la festa di Sant Jordi a Barcellona.
Amsterdam in Olanda è già eccezionale, ma ho avuto la fortuna di vivere la città in una giornata unica che ha coronato un viaggio indimenticabile alla scoperta della storia di Amsterdam e dei campi di tulipani. Infatti in quei giorni si celebrava anche il King’s Day, il Giorno del Re, popolarissima festa che anima i Paesi Bassi come non mai. Il 27 Aprile peraltro coincide con il mio compleanno… per cui mi sono sentito anche io il Re d’Olanda! Ti racconto quel giorno incredibile.

  1. Storia della Festa del Re
  2. Lo spirito della festa
  3. Cosa succede durante il King’s Day
  4. Il mio King’s Day a Amsterdam
  5. Conclusioni

1. Storia della Festa del Re

Il King’s Day (Giorno del Re) è la festa nazionale dei Paesi Bassi
Amsterdam agghindata per il Giorno del Re

Sorprendentemente, il King’s Day (Koningsdag in olandese) è una festa molto antica. Fu istituita nel 1885 in onore della regina Guglielmina ed era quindi un Queen’s Day! Si festeggiava nel giorno del suo compleanno, il 31 Agosto. Quando il trono passò alla figlia, la regina Giuliana spostò le celebrazioni alla sua data di nascita, il 30 Aprile, confermata dalla seguente regina Beatrice (anche perché lei nacque in gennaio, periodo poco pratico per i festeggiamenti). Quando quest’ultima ha abdicato il 30 aprile 2013, il trono è passato al figlio Guglielmo IV Alessandro (Willem-Alexander in olandese) ed è nata… la Festa del Re, celebrata per la prima volta nel 2014. Il giorno è il 27 aprile, il giorno del suo compleanno… ma anche il mio!

 

2. Lo spirito della festa: la follia arancione

Le persone vestite di arancione per le vie delle città caratterizzano il King's Day in Olanda
Amici vestiti in completo arancio: questa è la follia arancione!

Il King’s Day si celebra in ogni città e angolo d’Olanda, dove fiumi di persone scendono in strada a divertirsi. Il tratto distintivo della festa è il colore arancione che decora ogni edificio, colora ogni persona e persino gli animali. A volte anche le fontane emettono acqua colorata! Perché questo colore? L’arancione è il colore dell’Olanda in onore della casa regnante degli Orange (Orange-Nassau per la precisione), fin da quando Guglielmo I d’Orange si mise a capo della ribellione del 1568 che portò poi all’indipendenza delle Province Unite (attuali Paesi Bassi). Da allora l’arancione è rimasto il colore dei Paesi Bassi, tant’è che lo vestono gli atleti nelle competizioni sportive internazionali; difatti sono chiamati “oranje”, gli arancioni. Nelle grandi competizioni come i mondiali di calcio e nelle feste nazionali si verifica l’Oranjegekte (la follia arancione), ovvero tutte le persone si vestono d’arancione creando un’eccezionale macchia di colore, inconfondibile negli stadi e nelle vie. L’evento principale per osservarla è proprio il King’s Day.

 

3. Cosa succede durante il King’s Day

Barche in festa che girano sui canali di Amsterdam sono tipiche del Giorno del Re
Le barche in festa girano sui canali di Amsterdam

Ogni anno la famiglia reale visita una città dei Paesi Bassi come parte dei festeggiamenti. Ma è assolutamente un dettaglio, solo una delle sfaccettature della festa. Sono tipici ad esempio i mercatini delle pulci perché è l’unico giorno che si può vendere all’aperto senza chiedere autorizzazioni: così Amsterdam e i Paesi Bassi diventano il più grande mercato delle pulci al mondo! Del resto l’Olanda è pure sempre terra di mercanti… Tra questi mercatini non manca il cibo: spuntano ovunque venditori improvvisati di patatine fritte, birre e alcolici! Difatti il King’s Day è anche l’unico giorno in cui è permesso bere alcolici per strada; solitamente è vietatissimo: puoi farlo solo in minuscoli spazi fuori dal bar (dove vedi la gente ridicolamente ammassata) e ci sono tanti cartelloni a ricordarti le multe salate. Il 27 aprile invece è concesso… e ovviamente il tasso alcolico sale moltissimo col passare delle ore.
Molti bevono in gruppo sulle barche (ovviamente arancioni) che sfilano sui canali: le persone urlano, saltano e ballano, con musica a tutto volume che cerca di coprire quella delle case. Infatti migliaia di barche girano per Amsterdam con gente festante che sfiora i ponti bassi. Ci sono anche crociere organizzate dalle principali compagnie per divertirsi tutta la notte al largo.
Ma la Festa del Re è pure una celebrazione per famiglie: sono organizzate diverse iniziative per bambini tra giochi e attività come gli spettacoli di marionette, oppure possono farsi colorare la faccia; inoltre a Amsterdam attorno al Vondelpark anche i bambini possono vendere i loro giochi! Ogni anno puoi trovare tutto l’elenco preciso  delle attività sui siti.

 

4. Il mio King’s Day a Amsterdam

I mercati delle pulci sono tipici del Giorno del Re a Amsterdam
Mercati delle pulci davanti al Rijksmuseum

In realtà il Giorno del Re comincia prima, già la notte precedente con la King’s Night, quando club e discoteche si riempiono per party e musica a palla: nei posti più belli della città si organizzano grandi festival coi migliori DJ per feste indimenticabili. Non sapendolo, devo dire che passeggiando per il centro di Amsterdam non te ne accorgi: ho notato solamente un Dj set in una via e basta.
La mattina del King’s Day la città si sveglia sonnacchiosa… ma si sente che c’è l’atmosfera di un giorno speciale! Tanta gente vestita di arancio fin dalle prime ore, anche se le vie si animano lentamente. Molte attrazioni di Amsterdam sono chiuse il Giorno del Re: rimangono aperti solo i musei principali, ma per mezza giornata. Io ne approfitto per visitare il Rijksmuseum e il Museo Van Gogh, davanti a cui trovo le bancarelle delle pulci improvvisate: immancabili le magliette arancioni e corone di fiori finti.
Verso le 16:00 i tram si fermano; gli unici mezzi per tornare verso la Stazione Centrale sono le metro. Viene fermato pure il traffico: praticamente chiudono tutta la città che viene lasciata alla folla sterminata di persone che si riversa in centro. Si calcola che 2 milioni di abitanti e turisti partecipano al King’s Day di Amsterdam!

4.1 Il Jordaan

Muovendosi a piedi si può ancora girare e raggiungo il Jordaan, uno dei quartieri più belli per godersi la festa; tanta gente va in quella direzione, passando canale dopo canale. Prendo waffle e patatine fritte per entrare nel clima. Verso le 18:00 c’è gente già alticcia che cammina storta, persone di mezza età con cappellini arancioni coi fiori, qualche gambero, ovviamente tantissime parrucche e maglie della nazionale d’Olanda. Praticamente chi non è vestito d’arancio si conta sulle dita della mano; anche io ho comprato la sobria collanina arancio di fiori finti al collo!
Dj set agli angoli delle strade con gente ammassata che balla e beve all’aperto tra le case; non è facile girare nel Jordaan! Si vede anche gente che festeggia in casa, con le finestre spalancate e la musica che inonda la strada; un ragazzo sul ciglio oscilla pietosamente e chiama i passanti! Attirano l’attenzione anche le barche stracolme che sfilano sui canali… Tutti hanno una birra in mano; ogni tanto uno urla e tutti abbassano la testa per passare sotto a un ponte! Prima o poi qualcuno finirà in acqua a causa dell’alcool: certi ponti sono pure molto bassi!
Cerco di passare tra la muraglia umana per addentrarmi; struscio contro la gente ma nessuno fa una piega. Anzi noto ragazze fare cose inspiegabili con un tubo e delle arance… Tutti però bevono allegramente ciò che i chioschi improvvisati vendono; sono dove c’è un assembramento maggiore. Poi improvvisamente arrivo davanti a una sterminata distesa di persone di ogni età che salta e si agita sulle note di un Dj; occupa tutto lo spazio sopra e attorno a un ponte. Passare è impossibile, per cui ordino una birra e mi godo la musica: “Oh oooh… Your sex is on fireeeeeee!!!!!!”

4.2 Nieuwmarkt e Rembrandtplein

Per il King's Day i locali sono decorati a tema: bandiere olandesi e palloncini arancio ovunque
Un ristorante tutto arancione in Piazza Nieuwmarkt

Dopo un po’ la curiosità vince: voglio vedere che succede da altre parti. Torno indietro sfiorando una ragazza con addosso un salvagente a forma di papera gialla. Si alza un filo di vento freddo, ma tutti sono vestiti abbastanza leggeri: solo io ho freddo! In qualche angolo sono posizionati orinatoi mobili; il bello del Nord Europa è che rispettano le regole e la gente aspetta il suo turno anche in queste occasioni. Però stasera le lavoratrici della zona rossa sono sbeffeggiate… ma immagino che lavoreranno molto!
Tornato al Waag ho cenato in un ristorante in Piazza Nieuwmarkt, più movimentata del solito. Lo spirito festaiolo si sente! Pure i negozi sono decorati a tema: ovunque magliette, bandiere e palloncini arancio.
Poi ho fatto un giro lungo il canale, arrivando alla Torre della Zecca (Munttoren) e raggiungendo Rembrandtplein (Piazza Rembrandt) dove c’è una statua del pittore che si staglia in alto e sotto tantissime statue che rappresentano la Veglia di Notte, il suo capolavoro; qui le persone possono infilarsi e farsi foto e selfie; oggi col tasso alcolico alto più che mai! Ma le ho fatte anche io!
Pure questa piazza è piena di vita: immagino che tutta la città sia così. Alcuni locali sono totalmente arancio, molti decorati con palloncini. L’atmosfera è vibrante; io ho ammirato il gruppo di amici tutti con lo smoking arancio!
È il momento che decollano i party scatenati nei locali e i super festival; ma non fanno per me e domani il Koninklijk Paleis mi attende presto. Il mio compleanno è agli sgoccioli… così come quello di re Willem-Alexander. Prendo un’ultima birra e penso: “Non avevo mai avuto una festa con milioni di invitati!”

 

5. Conclusioni

Durante il King's Day gente di ogni età salta, balla e beve assieme per le strade
Gente che balla scatenata per strada

Un carnevale arancione popolarissimo e coinvolgente. Un popolo sempre ligio a rispettare le regole ma pronto ad accogliere persone da tutto il mondo che per un giorno (e una notte) si scatena allegramente. Puoi trovare facce di tutte le sfumature e età che saltano, ballano e bevono assieme… come dovrebbe essere sempre! Ovviamente anche i turisti si mischiano alla folla e fanno la loro parte.
La mattina dopo si sente un forte odore di cannabis (molto più del solito); Amsterdam stessa sembrava in preda ai postumi della sbornia: poca gente in giro, sporcizia ovunque – con tutta la gente che era in giro è ovvio – ma qualcuno comincia a pulire e sistemare con grande impegno. Riassume lo spirito olandese: dopo la festa sfrenata, riprende il suo aplomb composto e quasi imperturbabile (visto da un latino come me). Amsterdam torna ad essere l’eccezionale città che è normalmente, ma non si dimentica la fantastica giornata di ieri. Considerando che fine aprile è pure il momento della fioritura dei tulipani in Olanda, è un’abbinata eccezionale per un viaggio indimenticabile. Te lo consiglio: secondo me è da fare una volta nella vita.
Per organizzarti, cerca le informazioni sul sito ufficiale I Amsterdam per conoscere tutte le iniziative. Potrai sapere che se il 27 Aprile cade di domenica, tutta la festa si sposta al 26.

 

Spero di essere riuscito a trasmettere le sensazioni e le emozioni di quella giornata unica e avrai voglia di viverla tu stesso in prima persona. Se ti è piaciuto l’articolo condividilo, invece se hai qualche domanda scrivila nei commenti. Segui già i miei social? 😉

 

Ecco altre foto dell’evento:

La mattina del King’s Day Amsterdam si sveglia sonnacchiosa… ma si sente l’atmosfera di un giorno speciale!
La mattina del King’s Day Amsterdam si sveglia sonnacchiosa
Il Giorno del Re c'è gente vestita d'arancio fin dalle prime ore del mattino
Olandese con la maglia della nazionale in metropolitana
Coppia vestita d'arancio per il King's Day si fa una foto davanti al Rijksmuseum a Amsterdam
Una coppia tutta arancio si fa una foto davanti al Rijksmuseum
Il Giorno del Re a Amsterdam rimangono aperti solo i musei principali come il Rijksmuseum
Turisti osservano la Veglia di Notte di Rembrandt nel Giorno del Re
Il Giorno del Re celebra l'orgoglio olandese con bandiere e il colore arancio
Anche sulle case svetta l’orgoglio olandese
Nel King's Day a Amsterdam milioni di persone si riversano in centro a festeggiare
Persone aspettano il tram per andare in centro
Nel Giorno del Re ad Amsterdam tram e auto in centro si fermano: è invasa dalla folla!
Verso le 16:00 viene chiuso il traffico: Amsterdam è invasa dai pedoni
Il tratto distintivo del King's Day in Olanda è l'arancione che decora edifici e colora ogni persona
I negozi con magliette arancioni sono presi d’assalto
Simone Colombo Srake con una corona di fiori arancioni per il King's Day a Amsterdam
Ora anche io posso partecipare alla festa!
Le case dei Paesi Bassi sono decorate con bandiere o oggetti arancioni per il King's Day
Anche case e locali sono decorate
In quale quartiere di Amsterdam godersi il Giorno del Re? Il Jordaan
Ho avvistato dei gamberi giganti!
Dove godersi il King's Day a Amsterdam? Nel Jordaan con dj e feste all'aperto
Canale dopo canale, raggiungo il Jordaan
Dove festeggiare il King's Day a Amsterdam? Tra le strade del Jordaan con dj set improvvisati
…uno dei quartieri di Amsterdam epicentro della festa!
Durante il King's Day a Amsterdam molti festeggiano in casa, ballando sulle finestre spalancate
C’è gente che festeggia in casa ballando sulle finestre…
Durante il King's Day Amsterdam si anima con feste in tutto il centro: si mangia e beve all'aperto
gente che mangia e beve all’aperto…
A Amsterdam molti festeggiano il King's Day sulle barche tra i canali
…e gente che festeggia sulle barche, ovviamente arancioni!
Si calcola che 2 milioni di persone festeggino il King's Day a Amsterdam
Milioni di persone scendono a festeggiare tra le strade di Amsterdam!
Per il Giorno del Re a Amsterdam 2 milioni di persone scendono per strada a festeggiare
I ragazzi fanno cose strane, bevono, ma soprattutto… ballano!
Il King's Day è la festa nazionale olandese: migliaia di barche solcano i canali per festeggiare
Decido di tornare indietro…
I ristoranti di Piazza Nieuwmarkt a Amsterdam decorati per il King's Day
Ecco Piazza Nieuwmark allestita per il King’s Day
Persone per la strada vicino alla Munttoren di Amsterdam per il Giorno del Re
Le persone invadono la strada sotto la Torre della Zecca
Rembrandtplein a Amsterdam con le statue della Veglia di Notte nel King's Day
Rembrandtplein e persone che fotografano le statue della Veglia di Notte
Locali di Rembrandtplein decorati con palloncini arancio per il King's Day
Locali di Rembrandtplein decorati per il King’s Day
La notte del King's Day le persone si scatenano nei party scatenati!
Scende la notte… è il momento che decollano i party scatenati del King’s Day!
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *